Vetro temperato.

Il vetro temperato è un tipo di vetro di sicurezza, trattato con trattamenti termici o chimici, per aumentare la sua resistenza termica rispetto al vetro normale. Questo si ottiene comprimendo le superfici esterne e mettendo in tensione le superfici interne.

Per fare questo, il vetro è sottoposto a un processo termico di 650 ºC, prima di ricevere un forte raffreddamento d'aria, ottenendo un vetro con eccellente tolleranza e resistenza agli urti.

Proprietà del vetro temperato.

Grazie alla sua speciale composizione, quando una lastra di vetro temperato si rompe accidentalmente, si sbriciola in piccoli granuli invece di frantumarsi in grandi frammenti frastagliati. I granuli hanno meno probabilità di causare lesioni.

Inoltre, con questo tipo di vetro le possibilità di rottura a causa di uno shock termico sono ridotte grazie al suo alto assorbimento di energia solare. L'assorbimento di energia è la percentuale di energia solare assorbita dal vetro che genera un aumento di temperatura. Questo valore è indicativo del rischio di rottura dovuto allo shock termico. Se è molto alto, il vetro dovrebbe essere temperato.

Si consiglia di utilizzare il vetro temperato nella stragrande maggioranza delle esigenze di vetrate, soprattutto in quelle che occupano una grande superficie, e in tutti i luoghi che sono esposti alla circolazione delle persone o che presentano un rischio di rottura o di impatto, così come alle diverse temperature.